The Beatles : Get Back

Il canale Disey + ha recentemente trasmesso la mini serie televisivaThe Beatles: Get Back. Il documentario del 2021 diretto da Peter Jackson mostra per intero tutte le fasi della creazione dell’album “Let it be” e la pianificazione della prima esibizione dal vivo dopo tre anni di assenza. Il documentario mostra integralmente lo storico concerto sul tetto. Osservare da vicino la genesi e lo sviluppo di brani del calibro di “Don’t let me down”, Something o Get back merita solo per questo la visione del documentario.

Questa serie è una splendida lezione di musica che mostra come la band più influente di tutti i tempi componeva e arrangiava i propri brani. Paul si mette al basso ed improvvisa cantando una melodia che mano mano prende forma e diventa “Get back” incredibile!, il testo ancora non c’è. John fa sentire agli altri un brano che aveva composto poco prima: si tratta della meravigliosa “Across the universe”. Solo questo brano sarebbe l’apice per qualsiasi songwriter che potrebbe vivere sugli allori per il resto della vita, ma con i beatles l’asticella della qualità è così alta che diventa un brano fra i tanti. George non ha ancora finito di scrivere il testo di Something che un certo Frank Sinatra definirà la più bella canzone d’amore degli ultimi 50 anni. Un altro aspetto che traspare nel documentario è il sarcasmo e l’autoironia tra i quattro, il non prendersi mai sul serio , il fare l’imitazione e la parodia di se stessi che reputo una caratteristica che solo i migliori hanno.

Non sono tutte rose e fiori però, non mancano i momenti di tensione tra i quattro, considerando che da lì a qualche mese i beatles come gruppo non esisteranno più. Avranno solo il tempo di incidere un altro disco, quello con le striscie pedonali più famose del mondo, ovvero Abbey Road, ancora migliore a mio avviso di Let it be.

Un altro momento magico e l’arrivo di un loro amico: l’ipertalentuoso tastierista Billy Preston che aggiunge un tocco gospel ai brani. Il quinto Beatles che suggella una perfetta alchimia.

Il terzo episodio è il preludio di quello che sarà l’ultimo concerto dei quattro di Liverpool che si tenne sul tetto del palazzo dove facevano le prove. La scena più divertente è quando, durante il concerto, qualcuno chiamò la polizia che minacciò molto gentilmente di arrestare tutti se non avessero immediatamente smesso, mi fermo quì per non fare lo spoiler.

Quando i Beatles si sciolsero nessuno di loro aveva compiuto 30 anni, avevano gia fatto tutto scrivendo oltre 300 canzoni in appena sette anni di attvità. Creando il prog-rock, la psichedelia,l’Heavy metal ed un’infinità di altri generi. Non ho dubbi sul fatto che siano stati la migliore band di sempre.