Bohemian Rapsody il film su Freddie Mercury

Entro il 2018 uscirà il film “Bohemian Rapsody” incentrato sulla vita di Freddie Mercury.

A darne la notizia sono stati gli stessi Queen superstiti nel loro sito ufficiale. Ad interpretare Mercury sarà l’attore Ramy Malek conosciuto come il protagonista di “Io Robot”.

In un’ ipotetica classifica dei migliori cantanti rock metterei senza esitazione Freddie Mercury al primo posto. Recentemente la sua vocalità   è stata oggetto di studio da parte di un team di ricercatori europei che hanno provato a condurre dei test per capirne il funzionamento. Le conclusioni sono state pubblicate in un articolo di “Logopedics Phoniatrics Vocolagy“, intitolato “Freddie Mercury – acoustic analysis of speaking fundamental frequency, vibrato and subharmonics“.

I risultati sono pazzeschi : aveva un’estensione di quattro ottave ovvero ai limiti dell’umano!

Questi studi hanno dimostrato che il cantante dei Queen riusciva ad ottenere questa estensione grazie all’uso di tecniche vocali molto sofisticate. Riusciva a cantare un range di 37 semitoni , da un F#2 (circa 92,2 Hz) ad un G5 (circa 784 Hz). Analizzando le note sostenute si è scoperto che il suo vibrato era di 7 .0Hz. L’analisi quantitativa ha introdotto un parametro per misurare la regolarità del vibrato. Si è scoperto, in generale, che il vibrato umano è impercettibilmente irregolare, e questa  è una caratteristica unica della voce umana.

Inoltre, utilizzando la voce di un cantante rock ( molto simile alla vocalità di Mercury) ed inserendo una  videocamera endoscopica ad un frame rate di 4.132 frame per secondo si è osservato che le subarmoniche prodotte erano in rapporto di 3:1 rispetto alla nota fondamentale.

Lo so , questo centra poco con il film.

Concludendo vorrei ricordare il grande Demetrio Stratos  




purtroppo ora quasi dimenticato, che in fatto di tecniche vocali era di gran lunga superiore al personaggio oggetto di questo post (non me ne vogliano i fans dei Queen) .

Speriamo che il film, comunque non deluda le aspettative come spesso è accaduto per il genere biografico-musicale.